Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

Indagine settore noleggio post Covid-19 Il noleggio dei beni strumentali dopo il blocco ha iniziato a ripartire in maniera moderata, non in modo omogeneo nei vari settori e con un occhio puntato ai vari decreti attuativi

Indagine settore noleggio post Covid-19

Il noleggio dei beni strumentali dopo il blocco ha iniziato a ripartire in maniera moderata, non in modo omogeneo nei vari settori e con un occhio puntato ai vari decreti attuativi

Assodimi per tenere monitorato l’andamento del noleggio di beni strumentali durante questo particolare anno, ha fatto elaborare 3 indagini una nel primo mese di lockdown, una alla fase di riapertura e una nel mese di luglio 2020 per controllare la ripartenza del mercato.
La società SmartLand ha somministrato ai noleggiatori un questionario a cui hanno risposto aziende pari a circa il 25% del fatturato noleggio quindi un campione molto ampio, il numero di aziende rispondenti è stato più elevato durante il periodo di lockdown rispetto alla fase di riapertura. Il campione che rappresenta prevalentemente il mercato del nord e centro Italia, presenta una gestione aziendale il cui fatturato è suddiviso per il 56.9% dal noleggio, il 29.9% dalla vendita e il 13.2% dai servizi a corredo.

L’andamento del bimestre maggio-giugno 2020 rispetto all’anno precedente è risultato in diminuzione per il 45.3% delle aziende, stabile per il 28.1% e in aumento per il 26.6%. Nelle rilevazioni precedenti la percentuale di mercato in diminuzione era per il 88% delle aziende. La variazione media nel bimestre preso in esame si attesta tra un 0% e un -10% rispetto all'indagine precedente che vedeva una diminuzione che oscillava fra un -30% e -50%. Il mercato del noleggio sta ripredendo a lavorare ma non a pieno ritmo rispetto ai 12 mesi precedenti, in particolare alcuni settori e alcuni servizi hanno riprese molto deboli.

Andando a studiare il mese di giugno (mese lavorativo completo dopo il periodo di blocco) rispetto al mese precedente si denota che il 70.3% delle aziende ha visto un aumento di fatturato con incrementi medi fra il +10% ed il +20%. I settori a più ampia ripresa sono quello dei ponteggi del MMT light, delle gru e delle PLE. Gli altri settori hanno una ripartenza più calma, con il settore dei gruppi elettrogeni che non ha ancora visto una ripartenza interessante.
Il post covid-19 non ha fatto riscontrare aumento di problematiche inerenti furti o appropriazioni indebite, ma ha visto aumentare i contenzioni e discussioni contrattuali con i clienti.

Le aziende che hanno partecipato all’indagine otterranno maggiori dettagli come i settori coinvolti dalla ripartenza e l’utilizzo medio delle macchine.

 

Lo studio completo è disponibile nell'Area Soci.

CONTATTACI